Benvenuti!

Benvenuti sul nostro blog!

Qui troverete tutto quello che riguarda la nostra Associazione che si occupa di storia patria, archeologia, cultura e tradizioni popolari del territorio dei comuni di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola. Seguiteci, leggeteci e non dimenticate di lasciare i vostri saluti, commenti e consigli attraverso i link commenti che trovate alla fine di ogni post.

Grazie e buona navigazione a tutti!

sabato 15 dicembre 2012

Il parco letterario Vincenzo Russo

di Michela Buonagura
in Il Meridiano, Anno X, n. 10/103, 30 novembre 2003, p. 5

Nella serata conclusiva delle giornate russiane il Gruppo Archeologico Terra di Palma, in rapporto con la Fondazione Ippolito Nievo I Parchi Letterari, rappresentata dal Vicepresidente Luca Nievo, ha presentato l'ipotesi del progetto del parco letterario, intitolato a Vincenzo Russo, alle autorità comunali, che dovrebbero sostenerlo per lo sviluppo culturale del territorio. La Fondazione Ippolito Nievo persegue lo scopo di divulgare la conoscenza di tutto ciò che riguarda il patrimonio storico e artistico legato alla figura di uno scrittore. L'Istituzione del parco può comprendere uno o più luoghi nei quali l'autore è vissuto, attraverso i quali si devono ripristinare il ricordo dell'autore, della sua ispirazione, tenendo conto dell'ambiente, della storia, delle abitudini e delle tradizioni di chi vive sul luogo. L'Istituzione del Parco letterario Vincenzo Russo acquista un profondo significato, perché al di là della conoscenza dell'uomo e del giurista, che potrebbe rimanere circoscritto nell'ambito degli studiosi, è il territorio che si apre alla conoscenza. La casa natale, la chiesa dove fu battezzato, la piazza, il bosco, la collina, con le acque sorgive che lo accompagnarono negli anni dell'esilio, acquisteranno nuova vita, nuovo significato, diventeranno entità vive e visibili, perché attraverso di esse si manterrà vivo il ricordo di Vincenzo Russo. L'istituzione del parco ha lo scopo di recuperare la memoria del nostro concittadino, che morto in nome della libertà e della democrazia, rinasce in nome della democrazia e della libertà. I confini del parco non si limitano al territorio locale, ma si allargano a San Paolo Belsito, sede della casa materna, al Seminario di Nola, dove studiò, prima di frequentare gli studi universitari a Napoli, presso la facoltà di giurisprudenza della Federico II. Il progetto, presentato alla Fondazione Ippolito Nievo I Parchi Letterari nel Novembre 2002, risponde alle richieste della Fondazione.
L'associazione referente del progetto il Gruppo Archeologico Terra di Palma, con la partecipazione di tutte le altre associazioni operanti sul territorio, invita il Comune a partecipare al progetto. L'istituzione del parco garantisce l'immediata conoscenza dell'evento nel circuito nazionale e la Fondazione curerà tutti gli atti necessari per il decollo dell'attività culturale. Il parco letterario Vincenzo Russo costituirà anche il primo parco letterario dedicato ad un protagonista della Rivoluzione Napoletana del 1799 e rappresenterà un atto importante dopo secoli di oblio, determinato dalla damnatio memoriae, seguita alla sua morte. Pochi i segni e poche le preesistenze visibili sul territorio, a dimostrazione di quanto il ricordo e lo stesso nome dell'uomo abbiano pesato nel nostro paese. Un intellettuale scomodo, perché credeva nei principi del diritto naturale, nella libertà del popolo, nel principio di uguaglianza, contro la tirannia, la sopraffazione e la violenza. E in nome del martire palmese ci si augura che il progetto decolli e che nasca il parco letterario Vincenzo Russo.

© Diritti riservati. Riproduzione consentita previa citazione della fonte.