Benvenuti!

Benvenuti sul nostro blog!

Qui troverete tutto quello che riguarda la nostra Associazione che si occupa di storia patria, archeologia, cultura e tradizioni popolari del territorio dei comuni di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola. Seguiteci, leggeteci e non dimenticate di lasciare i vostri saluti, commenti e consigli attraverso i link commenti che trovate alla fine di ogni post.

Grazie e buona navigazione a tutti!

giovedì 20 dicembre 2012

I fermenti liberali nel distretto di Nola

di Luigi Sorrentino
in Passaparola, Anno IV, n. 19, marzo 2011, p. 7

È in pubblicazione nel volume degli Atti del Circolo Duns Scoto di Roccarainola, commemorativo del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, un saggio che ripercorre gli eventi del periodo preunitario nel Distretto di Nola dal 15 maggio 1848 fino al 1861, attraverso la ricostruzione dei documenti dell'Archivio Storico di Caserta, che riportano le azioni repressive dei Borboni nei confronti di cittadini sospettati di idee liberali.
Il lavoro si propone di contribuire ad un'analisi più veritiera del contesto storico, sociale ed economico del Sud. L'interpretazione storica degli avvenimenti che portano all'Unità d'Italia è ancora oggi, dopo 150 anni, oggetto di analisi con conclusioni fra loro contrastanti. L'annessione del Regno delle Due Sicilie è stata interpretata come un episodio avulso dal contesto sociale ed economico in cui si è svolto e indipendente dal contesto storico che lo ha preceduto.
È parso allora opportuno ricostruire le complesse vicende e gli avvenimenti, che si susseguirono nel Distretto di Nola nel decennio preunitario tenendo come fondamentale punto di riferimento gli atti ufficiali della polizia politica borbonica e le note che l'ufficio della Sottintendenza di Nola inviava al Governatore in Caserta o direttamente al Ministero dell'Interno a Napoli. Il testo fa rivivere gli episodi e i protagonisti liberali che contestavano la monarchia borbonica e prepararono l'arrivo dell'esercito garibaldino.
I fenomeni antimonarchici si verificarono in tutti i paesi del circondario, a Palma, a Nola, Marigliano, Roccarainola ecc... e provocarono una costante repressione da parte degli organi di controllo.
Di notevole interesse le relazioni di polizia sui protagonisti dell'unificazione Garibaldi, Mazzini e sul filosofo A. Rosmini Serbati, sorvegliato speciale, che venivano controllati nei loro spostamenti e segnalati in tutte le provincie del Regno, con dettagliate schede di riconoscimento. Non mancano gli eventi del brigantaggio che animarono la fase preunitaria nel Nolano. Il saggio è inoltre corredato da un carteggio inedito relativo a manifestazioni di operai per rivendicazioni salariali nei pastifici locali.
Si giunge, così, a ricostruire gli eventi e il clima di forte tensione sociale del territorio prima della scomparsa del Regno Borbonico e la sua annessione al Regno Sabaudo.
Il testo sarà presentato a Roccarainola il prossimo 28 maggio, mentre un'anticipazione del lavoro viene proposta il 2 aprile a Lauro, in occasione della celebrazione dell'Unità d'Italia promossa dalla Pro Lauro.

© Diritti riservati. Riproduzione consentita previa citazione della fonte.