Benvenuti!

Benvenuti sul nostro blog!

Qui troverete tutto quello che riguarda la nostra Associazione che si occupa di storia patria, archeologia, cultura e tradizioni popolari del territorio dei comuni di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola. Seguiteci, leggeteci e non dimenticate di lasciare i vostri saluti, commenti e consigli attraverso i link commenti che trovate alla fine di ogni post.

Grazie e buona navigazione a tutti!

martedì 19 giugno 2012

Gli ordinamenti municipali della Terra di Palma nel XVI secolo (2003)

Autore:                                  Luigi Sorrentino
anno:                                      2003
editore:                                  Gruppo Archeologico Terra di Palma
tipologia:                              opuscolo/estratto
dimensioni:                        23,8x16,8
pagine:                                   38
disponibilità/prezzo:    contattare il gruppo


Estratto da: Atti del Circolo Culturale B.G. Duns Scoto di Roccarainola, n. 28-29, Dicembre 2003 ISSN 0392-9884

Indice
pag. 29 - SOMMARIO
  "       30 - Premessa
  "       31 - Notazioni Generali
  "       34 - Il Capitolare

Nell'accogliente salone del Circolo Culturale Vittorio Emanuele II a Palma Campania si è svolta la manifestazione "la Memoria ritrovata" organizzata dal Gruppo Archeologico Terra di Palma, in collaborazione con il Liceo A. Rosmini, il Circolo Culturale B.G. Duns Scoto di Roccarainola, il Lions Club Palma Vesuvio Est, nel corso della quale sono stati presentati al pubblico due interessanti lavori relativi alla complessa storia di Palma. [...]
Su Gli ordinamenti municipali della Terra di Palma nel XVI secolo (estratto pubblicato in Atti del Circolo Culturale Duns Scoto n. 28-29) dell'ing. Luigi Sorrentino, Capolongo si è soffermato a lungo, ponendo in rilievo lo Statuto o Capitolare della Terra di Palma nell'anno 1552 concesso da Giulio della Tolfa, signore di questa Terra e approvato dal Vicerè di Spagna don Pedro di Toledo e i Capitoli della Bagliva per l'amministrazione della giustizia: nel primo e secondo caso tutti i capitoli concordati tra gli Eletti dell'Università dei cittadini e i Signori ovvero i Feudatari della terra. Ha fatto rilevare anche la sostanziale differenza tra Statuti (regole più generali, nate anche da consuetudini che governavano le Università, le attuali municipalità) e Capitoli (norme locali che avevano un limite più ristretto). L'ing. Capolongo ha sottolineato l'importanza del lavoro dell'ing. Luigi Sorrentino perché fa luce sulla giurisdizione municipale nel territorio nolano e riscopre spaccati di vita palmese in pieno 500, una società prevalentemente agricola con tutta una serie di problemi che gli articoli della giurisdizione della Bagliva (Corte di giustizia locale) andavano a disciplinare. [...]

(estratto dall'articolo di GIUSEPPE ALLOCCALa memoria ritrovata, pubblicato sul periodico locale Il Meridiano, Anno XII, n. 2/117, 27 febbraio 2005, p.23)

© Diritti riservati. Riproduzione consentita previa citazione della fonte.