Benvenuti!

Benvenuti sul nostro blog!

Qui troverete tutto quello che riguarda la nostra Associazione che si occupa di storia patria, archeologia, cultura e tradizioni popolari del territorio dei comuni di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola. Seguiteci, leggeteci e non dimenticate di lasciare i vostri saluti, commenti e consigli attraverso i link commenti che trovate alla fine di ogni post.

Grazie e buona navigazione a tutti!

domenica 23 marzo 2014

Le vie della memoria.
Una passeggiata tra le strade e i palazzi di Palma a cura di M. Maddalena Nappi

di Luigi Sorrentino
in Eventi, anno XV, n. 12, dicembre 2013, p. 17


Una nuova pubblicazione, curata dalla professoressa Maria Maddalena Nappi, è stata presentata il 6 novembre nel teatro comunale di Palma Campania. Il lavoro è il risultato di un progetto che ha avuto l'imput nel lontano 1996, allorché il liceo classico Antonio Rosmini aderì alla manifestazione provinciale Apriti Sesamo con una mostra sui prospetti e portali della città. In seguito è stato elaborato dalla docente con il contributo degli alunni un itinerario tra le strade e i palazzi di Palma, alla scoperta delle emergenze storiche che ancora la città custodisce. Il percorso è un invito a passeggiare per le strade a ritmo lento con gli occhi rivolti ai luoghi, per cogliere, sotto uno sguardo nuovo e intrigante, le strutture architettoniche e i particolari decorativi che testimoniano lo scorrere del tempo e le trasformazioni che inevitabilmente hanno subito gli edifici.
Tutto invita alla scoperta della città. Le descrizioni sono arricchite da pagine di storia locale del tutto sconosciute: la torre dell'antico orologio in piazza; il belvedere del giardino De Martino che ha dato il nome alla strada; il Monte di Pietà; le alluvioni che nel passato hanno sconvolto l'assetto di alcuni quartieri; lo sviluppo urbanistico attraverso le chiavi di volta dei portali; ecc.... Il testo trasforma la città in un luogo da scoprire e da vivere come cittadini consapevoli e ci invita a prenderne coscienza, perché il luogo che abitiamo dà il senso dell'identità e dell'appartenenza. Il lavoro attentamente curato dalla docente è accompagnato da un ricco reportage fotografico, che documenta anche edifici e manufatti che sono stati demoliti tra la disattenzione generale, privando la città di testimonianze storiche importanti. Conservare il passato è importante per le generazioni future, perché conoscere e sapere da dove veniamo rappresenta un incentivo intellettuale di grande peso e consapevolezza per i giovani alla ricerca di àncore salde e di spiriti innovatori. Il testo si può richiedere direttamente all'autrice e al Gruppo Archeologico Terra di Palma.

© Diritti riservati. Riproduzione consentita previa citazione della fonte.